Come parli per dimagrire,capisci come è diverso l’approccio.

Come parli per dimagrire?

dimagrire

Come parli per dimagrire?

Quando una persona viene da me per dimagrire, per prima cosa la lascio parlare e ascolto con attenzione cosa mi dice e soprattutto come si esprime. E questo per il semplice motivo che la linguistica con cui le persone si esprimono indica molto chiaramente l’impostazione mentale.

Ricorda, due sono i punti fondamentali:

abituati a descriverti come una persona che HA del grasso in più e non che E’ grassa.
Lavora sull’immagine visiva di te stessa, impara a immaginarti già con il fisico che ti sei stabilita di raggiungere, perché quella è la tua vera identità. Ogni volta che pensi a te, a prescindere che si tratti di una proiezione nel presente o nel futuro più o meno lontano, immaginati con il fisico corretto.
Credimi, questi due aggiustamenti congiunti hanno sbloccato moltissime persone da una situazione di stallo da cui era quasi impossibile uscire.

Con queste nuove abitudini diventa molto semplice adottare i comportamenti che ti porteranno velocemente a raggiungere sul livello fisico ciò che corrisponde ala tua nuova identità.

Eh già perché per poter raggiungere un risultato importante, ambizioso, c’è solo una possibilità: fare di questo una Missione, un Desiderio Bruciante che ci carica di determinazione e energia ogni mattina.

E come ogni missione affrontata da un essere umano, il cammino verso la realizzazione è tanto affascinante quanto pieno di ostacoli e tentazioni.

Il difficile non sta nelle “tecniche per dimagrire” (cosa mangiare, come mangiare, attività fisica ecc.), ma nell’affrontare le proprie paure, i dubbi e l’autocommiserazione. Per questo ci vuolela stoffa del campione.

Ogni risultato, tanto più è importante, tanto più impegno richiede. Una frase classica nel mondo della formazione e della crescita personale, è “se vuoi raggiungere qualcosa di straordinario, devi impegnarti in modo straordinario e prepararti ad affrontare sfide straordinarie!”. Nel percorso per perdere peso, vale la stessa regola. Ed è normale che tutti affronteranno momenti più facili, in cui i risultati sembrano fluire senza difficoltà, e momenti difficili in cui sembra di non riuscire a progredire. E’ normale, ed è proprio nei momenti difficili che si forgia la capacità di procedere e ottenere risultati.

Il punto più importante per superare i momenti difficili è proprio quello di prendere consapevolezza del fatto che sei di fronte ad una sfida, che è il momento in cui ti è richiesto il massimo dell’impegno per superare l’ostacolo.

Qui c’è solo una cosa da fare: osserva qual’è la situazione attuale e e qual’è la situazione desiderata, identifica quali sono i blocchi, gli ostacoli che ti impediscono di raggiungerla e quali sono le risorse a tua disposizione. Ed ora concentrati sulle RISORSE!

Uno degli errori più frequenti, nei momenti difficili, è quello di concentrarsi sul problema, sull’impedimento. Ma come ormai hai capito questo porta solo a paralizzarti e a spingerti più o meno dolcemente verso l’autocommiserazione e il trovarti “valide” scuse per arrenderti. Qui invece è il momento di focalizzarsi al massimo sulle soluzioni. Ciò su cui ci focalizziamo diventa la nostra realtà. Abituati a vedere attorno a te solo modi per raggiungere il tuo obiettivo!

E ora agisci immediatamente! Metti in pratica, fai! Senza azione, anche il pensiero più nobile, anche la strategia più efficace, rimangono sterili. E inoltre ricorda che prima ti dai da fare con azioni pratiche, più facile sarà ottenere il tuo risultato.

E infine sii flessibile, osserva e adatta le tue azioni, con l’unico fine di portare a termine la tua missione.

Certo, perché riappropriarti del tuo giusto peso, dell’efficacia e della salute del tuo corpo, è una delle missioni più importanti della tua vita.

Guarda questo video, di una persona che ha re-imparato a vedere i suoi obiettivi e la funzionalità del suo corpo come una missione.

Obesità: come perdere peso velocemente. Pillole dimagranti è la soluzione del problema come perdere peso! Lida daidaihua

E diffusamente assodato che una delle concause principali del sovrappeso è l’accumulo di stress.

E di logica conseguenza ridurre lo stress è in molti casi sufficiente a dimagrire e raggiungere e mantenere il giusto peso.

Inoltre lo stress in eccesso può causare numerosi altri effetti collaterali molto pericolosi, quali il rischio di incidenti, cardiopatie, invecchiamento precoce, perdita della memoria ecc.

Il meccanismo dello stress è in origine uno strumento importante di sopravvivenza. Di fronte al pericolo il nostro corpo si prepara allo scontro. Vengono rilasciati diversi ormoni nel sangue per aumentare la forza, ridurre l’entità dei danni fisici a seguito di un colpo ecc. Ma tutto questo è sano e utile di fronte a uno scontro fisico per la sopravvivenza, che ha una breve durata nel tempo. Nel mondo moderno viviamo invece situazioni di stress mentale, che raramente sfogano sul piano fisico e spesso durano per periodi lunghi, a volte lunghissimi, senza permettere al nostro organismo di rigenerarsi. E’ qui che lo stress diventa negativo, accumula tossine nell’organismo e lo porta a indebolirsi.

Come se non bastasse,non essendo più abituati a combattere e sentendo un’innata esigenza di portare lo scontro dal livello mentale a quello fisico, molte persone… mangiano in eccesso. Attivano la cosiddetta “fame nervosa”. Con le conseguenze che ben conosciamo!

Ecco quindi 8 regole per controllare lo stress.

Segui questi principi finché diventeranno parte della tua quotidianità. E vedrai che il peso andrà di conseguenza:

1.Divertiti: ridere è terapeutico e scarica endorfine nel nostro sistema. Cogli ogni occasione per ridere, per prendere le cose alla leggera. Il mio miglior consiglio è una cura intensiva di film comici da vedere prima di andare a dormire. E quando li guardi, ridi ad alta voce. Ad esempio a me piace Mr. Bean. Ci sono un sacco di episodi brevi che sono fantastico per farsi una gran risata e ricaricarsi. Guarda qui:
E poi abituati a considerare ogni situazione con senso dell’umorismo. Immagina ad esempio come potresti raccontare tra 20 anni gli aspetti ridicoli di ciò che stai vivendo ora…

2.Mangia in modo sano: ne abbiamo parlato tante volte. Qui puoi inserire queste buone abitudini: scegli un luogo tranquillo per mangiare e prenditi il tempo necessario, mastica lentamente assaporando il cibo, stai seduto correttamente (e non stravaccato), fai delle pause e dedica un attimo di silenzo e concentrazione prima di iniziare a mangiare;

3.Varia il tipo di stress: se il tuo stress è mentale, fai attività fisica, muoviti, stanca il corpo. Dedicati a un hobby.

4.Poniti obiettivi realizzabili: controlla sempre che gli obiettivi che ti poni siano motivanti e allo stesso tempo raggiungibili. Spesso lo stress deriva dal porsi obiettivi che non riusciamo a realizzare e questo genera stress e paralisi. E’ importante perseguire con determinazione i nostri obiettivi, ma allo stesso tempo avere l’elasticità di adeguarli se le condizioni esterne sono cambiate (e in questo momento è molto frequente…)

5.Controlla la tua tensione muscolare: spesso lo stress crea tensioni muscolari. abituati ogni tanto a interrogare i tuoi muscoli. e a lasciarli sciogliere a comando

6.Rilassati: utilizza tecniche di rilassamento. Possono essere esercizi di respirazione, di visualizzazione. puoi fare meditazione se ti piace (è dimostrato che è il più potente antistress esistente). O anche semplicemente concederti un sonnellino di 5 minuti a metà giornata.

7.Goditi le relazioni sociali: cura le relazioni di qualità. Fai un elenco delle persone che hai piacere di vedere (o ri-vedere) e organizzati per per farlo. Ovviamente mi riferisco a relazioni di tutto piacere (non di lavoro o di dovere)

8.Prendi un coach: un coach ti può aiutare moltissimo. Io lo faccio di mestiere ma ti assicuro che arrivato ad un certo punto ho sentito la necessità di avere un coach per me. Ho trovato una persona fantastica, un collega molto bravo. E ogni paio di settimane lo vado a trovare e… quanto mi è utile!!

Beh che dire, hai un bel programma da goderti. Buon lavoro, buona riduzione di stress e… buon dimagrimento!